Fiume Ledra

Il fiume Ledra, spesso erroneamente scambiato col Canale Ledra-Tagliamento, è un corso naturale, alimentato dalle risorgive di subalvea mescolate del Tagliamento e del conoide di Gemona, che dopo un percorso tortuoso in direzione ovest confluisce nel Tagliamento a monte dell’anfiteatro morenico. All’altezza di Andreuzza, il canale Ledra, che riceve l’alimentazione dal Tagliamento, con la derivazione di Ospedaletto, drena parte delle acque del fiume omonimo e le distribuisce alle rogge di Udine e alle aree del Friuli Centrale. Dopo la derivazione di Andreuzza, il fiume prende il nome di Cimano e prima di sfociare nel Tagliamento raccoglie le acque delle sorgive della zona di Rivoli di Osoppo. A monte, oltre ai corsi di risorgiva (roggia Bianca, Canale del Mulino, roggia Macile) vi confluiscono anche la roggia di Gemona, proveniente dal Tagliamento ed il torrente Orvenco, il quale alimenta il fiume Ledra solo nei periodi di piena. Una parte consistente della portata gli viene sottratta invece con le prese di Molin del Bosso dell’acquedotto del Friuli Centrale, situate subito a monte della confluenza col rio Bosso, modesto affluente di sinistra che drena la piana di Artegna e Magnano in Riviera. Subito a valle inizia un percorso naturale non ancora interessato da interventi di ricalibrazione o di captazione, in una zona di elevato interesse naturalistico e di pregio paesaggistico (campi chiusi), che si estende fino alla derivazione del Canale Gravate, in località Casa Bianca. Nonostante gli apporti inquinanti di rio Bosso, in questo tratto il fiume Ledra mantiene elevati valori di qualità delle acque, una notevole ricchezza di salmonidi ed avanza con un corso tortuoso fiancheggiato da una quinta arborea continua di vegetazione ripariale costituita da piante di ontano nero, frassino maggiore, pioppo nero, con corteggio erbaceo ricco di geofite. Di particolare valore naturalistico anche alcune formazioni forestali presenti lungo i versanti a ridosso delle colline di Buja, caratterizzate da notevole assortimento compositivo dello strato arboreo.