Ippovia Udine-Buja

È un percorso naturalistico in un ambiente intatto e spontaneo, lungo 30 km, a fianco del torrente Cormor, nei comuni di Tavagnacco, Pagnacco, Tricesimo, Colloredo di Monte Albano, Cassacco, Treppo Grande e Buja.

Un’area verde dove l’uomo nel corso dei secoli costruì una rete di strade rurali in terra battuta di collegamento tra i vari borghi che tracciano l’attuale percorso dell’ippovia.

Qui si possono ammirare paesaggi immersi nel verde, una fauna e una flora incontaminate e intervallate da scorci di civiltà rurale, monumenti, palazzi, ville e chiese con un fascino tutto da scoprire. Lungo il percorso è possibile gustare le numerose specialità enogastronomiche nei locali tipici che propongono piatti genuini e realizzati con le risorse caratteristiche di questa terra. Si può inoltre partecipare alle numerose manifestazioni che si tendono durante tutto l’arco dell’anno.

L’itinerario si può percorrere a piedi, in bicicletta, in mountain bike e a cavallo.
A valle e a monte dell’ippovia sono situati maneggi che offrono ospitalità a cavalli e cavalieri.

Questo progetto è collegato ad un’area della Slovenia confinante con l’Italia e compresa tra Bovec e Tolmin, dove un altro corso d’acqua, l’Isonzo, unisce paesaggi immersi in un verde smeraldo e dove tutt’ora sono in uso antiche tradizioni culturali ed enogastronomiche particolarmente interessanti.