Murales

Dal 1996 al 2006 si è svolta a Bordano la manifestazione “Progetto Pavees”, che tradotto diventa “Progetto Farfalle”. Il programma ha caratterizzato l’intero territorio del Comune di Bordano, inventando concorsi, mostre, convegni, spettacoli, feste di piazza e quant’altro, focalizzando, sempre e comunque, l’attenzione sulle FARFALLE.

I murales sono quasi 300, dipinti sulle facciate degli edifici pubblici e privati a Bordano e a Interneppo, sono stati realizzati da artisti provenienti dall’Italia, dall’Austria, dal Vietnam e dalla Russia.

Tutto ciò grazie alla felice idea di due artisti locali Jan Franzil e Giuseppe Brombin ed alla intraprendenza del Comune. sostenuto finanziariamente dalla Regione e dalla Provincia. E’ stato ideato un bando che prevedeva l’assegnazione di alcuni premi ai lavori giudicati migliori. Una giuria tecnica e una popolare hanno quindi decretato i vincitori, nelle tre edizioni del concorso svoltesi dal 1996 al 98.

Gran parte dei proprietari di abitazioni hanno aderito con entusiasmo all’iniziativa mettendo a disposizione le facciate migliori per essere dipinte; i bozzetti presentanti dai concorrenti sono stati scelti dai “destinatari” e, in fase di concorso, realizzati dagli artisti. I quasi 300 murales, ora, possono essere ammirati dai visitatori e creano una sorta di galleria d’arte “open-air”

Il concorso dei Murales ha varcato l’oceano, infatti la città di Alajuela in Costa Rica, grosso centro di oltre 200.000 abitanti e sede dell’aereoporto internazionale costaricano e culla delle crisalidi che nella Casa delle Farfalle di Bordano si trasformano in splendidi esemplari per la letizia dei visitatori, ha voluto riproporlo, tale e quale, per abbellire le piccole casette centroamericane.

Lo stesso dicasi per la città di Bendorf Sayn (Germania) che ha dato il via alla competizione pittorica nel 2006.

La condivisione degli intenti ha gettato le basi per un formale gemellaggio suggellato con entrambe le città, con Alajuela nel 2005 e con Bendorf nel 2006.