Santuario di Madonna Del Giglio

La chiesa, originaria del XIII secolo, fu ricostruita per anastilosi dopo il terremoto del ’76, che l’aveva completamente distrutta, è uno degli edifici religiosi più belli ed antichi del tarcentino. Il santuario ripropone anche nei particolari l’edificio cinquecentesco eretto dopo il catastrofico sisma del 1511, sul luogo ove si trovava l’antichissimo sacello rettangolare dedicato alla Madonna, quasi al confluire della via Pedemontana, proveniente da Cividale, nella Julia Augusta, risalente da Aquileia e diretta al Norico. All’interno si può ammirare l’altare ligneo di Giovanni Antonio Agostini, realizzato nel 1604, vero miracolo di restauro post-sisma, dato che a seguito del crollo della chiesa l’altare si era ridotto ad un ammasso di minutissime schegge.