Villa Liruti Biasutti

Il visitatore che raggiunge Villa Liruti-Biasutti, a Villafredda di Loneriacco, viene accolto dalla suggestiva torre d’accesso (la “Torresella”) dal caratteristico colore rosso e dotata di un imponente arco d’ingresso a 26 bugne. Oltrepassata la torre ed entrati nel magnifico parco che la circonda, la casa della famiglia Puicher Biasutti si presenta come un complesso articolato in sei edifici. Cinque di questi, per contiguità, danno origine ad una struttura a ferro di cavallo che racchiude un’ampia e caratteristica corte. La costruzione del complesso fu iniziata sul finire del ’300, con le caratteristiche architettoniche tipiche del luogo forte a caratterizzarlo. Fu poi progressivamente ampliata e modificata nel corso dei secoli, fino al ’700, al mutare dei tempi e delle esigenze, produttive e di residenza. Nell’ ’800 Giuseppe Biasutti commissionò un importante lavoro di ristrutturazione e riadeguamento. Tale intervento comportò l’arricchimento delle sale interne con affreschi e decorazioni e la trasformazione del giardino, il quale divenne un vero e proprio parco, così come ancora oggi suggestivamente si presenta. Nello stesso periodo, su progetto del celebre architetto Raimondo D’Aronco, furono apportate delle modifiche e delle migliorie alla facciata principale, che ne risultò così impreziosita ed ulteriormente ingentilita.